Cosa visitare in Abruzzo – Palazzo d’Avalos a Scerni

palazzo d'Avalos di Scerni

Palazzo d’Avalos di Scerni, prestigio e fascino di stampo rinascimentale

Meno imponente del suo omonimo vastese, ma ugualmente suggestivo e ricco di storia, il Palazzo d’Avalos di Scerni è un esempio di architettura rinascimentale perfettamente integrata nel contesto cittadino attuale, a cui conferisce fascino e prestigio. Il Palazzo, o Castello d’Avalos, di Scerni si raggiunge da piazza De Riseis, dirigendosi verso la chiesa di San Panfilo e proseguendo poi verso via Roma, in zona Piano Palazzo. La struttura, qualificata come palazzo fortificato, era stata costruita nel XVI secolo dai marchesi d’Avalos su un impianto preesistente, per essere impiegata come sede di riposo.

Il Castello d’Avalos a Scerni

Palazzo d’Avalos di Scerni, architettura di pregio per una storia antica

Realizzato in laterizio faccia a vista, con tracce di pietrame e mattoni risalenti a diverse epoche, il Palazzo d’Avalos di Scerni, originariamente, era dotato di numerose torri con feritoie. Sul lato settentrionale, oltre alle pareti con murature faccia a vista, sono presenti una torre quadrangolare e capitelli ionici. Il Palazzo era parte del complesso edilizio del castello, con alte mura di protezione interrotte da torrette, che circondavano e proteggevano l’antico nucleo della cittadina. L’ingresso principale era posizionato sul piano che, ancora oggi, viene chiamato “Piano Palazzo”.

Scalinata interna di Palazzo d’Avalos a Scerni

Palazzo d’Avalos di Scerni, residenza di riposo della potente famiglia spagnola

Il Palazzo d’Avalos di Scerni era stato concepito come residenza temporanea e di riposo del marchese d’Avalos, ma certamente ospitava in maniera permanente un suo amministratore, soldati e servitori. I d’Avalos signori di Scerni facevano parte di una famiglia spagnola molto importante, uno dei cui rami si era trasferito nell’Italia meridionale nella metà del XV secolo. Nel tempo, i d’Avalos erano diventati una delle più potenti famiglie del Regno di Napoli, titolari, nel tempo, del Marchesato del Pescara, di quello del Vasto e, nel XVI secolo, del principato di Montesarchio. Oggi, una porzione del Palazzo d’Avalos di Scerni è in vendita, a disposizione di chi cerca una residenza di grande pregio e dalla lunga storia.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *